Maria Cubito

Palermo | Speaker radiofonica |

Altro incontro ravvicinato con la cultura orientale lo ebbi quando, costretta da una cervicalgia che non mi dava tregua, mi  affidai ai trattamenti shiatsu. Mi informo, faccio, dico e scelgo di fare un percorso di 10 sedute (non chiamateli mai massaggi, per carità!) in un centro tra i più belli della città. Operatori competenti, ambiente accogliente, musica rilassante. Uscivo da là che ci mancava poco e volavo…colui che mi attendeva ogni settimana, si chiama Francesco, gli mando un bacio, casomai dovesse leggermi, è un omone grande tre volte me, rassicurante, con la voce calda…è stata un’esperienza molto bella che certo, prima o poi ripeterò. Solo un paio di avvertimenti:

-1. Se soffrite il solletico, non lo fate mai…che mala fiura mettersi a ridere mentre l’operatore ti preme sul fianco per spostare non so che da qua a là!

-2.  Cercate di avere sempre l’alito fresco (mai aglio a pranzo, se la seduta è pomeridiana) perché gli incontri sono ravvicinati. Se l’operatore vi fa una domanda sui vostri meridiani, che fa vi girate la faccia per rispondergli? O lo assintumate con un’alitata?

-3. Siate rilassati. Se no se ne accorgono e vi cazziano tutto il tempo, vi stressate, non riuscite a rilassarvi e avrete sprecato i vostri soldi. La seduta si concludeva sempre con un abbraccio. Francesco mi sollevava di peso e mi teneva un minuto lunghissimo contro il suo petto. Tempo fa ebbi a dire ad un mio amico “mizzica, ogni settimana pago per farmi abbracciare”. Lui mi ha proposto una terapia alternativa per 20 euro soltanto…

Non posso che dirne un gran bene…