Manuela Vesco

Palermo | Danzatrice |

La    mia     esperienza    in    Accademia     è       cominciata     nel    2012, non conoscevo lo shiatsu, ma qualcosa mi ha fortemente incuriosito e volevo andare a fondo. Cercavo una sensazione di concretezza che in quel momento mi mancava. La concretezza di respirare una boccata d’aria e non perderla in 1000 frammenti. La concretezza di appoggiare i miei piedi su una superficie e sentire quale lavoro il mio corpo sostiene ogni giorno per muovere i passi. La concretezza di usare le mani per conoscere, toccare, sentire e capire cose che con difficoltà vengono espresse verbalmente, ma che quando finalmente emergono ti danno sollievo e sono più comprensibili e accettabili; è stato, e lo è ancora oggi, come tornare bambina e imparare di nuovo a camminare e scoprire quante cose si possono fare a partire dal corpo come ridere, piangere, guardare, esprimersi, COMUNICARE.

Oggi provo una sensazione di piacevole leggerezza.